Anime e core #1 – Mamoru Hosoda

Gli anime mi sono sempre piaciuti. Li considero semplicemente una forma d’arte, un genere cinematografico, o televisivo, che può regalare dei veri capolavori, al pari di molti altri generi. I giapponesi, poi, hanno tematiche privilegiate e un modo di trattarle del tutto particolare. Ci sono le tradizioni, il rapporto con la natura e col proprio istinto, il valore del coraggio, i legami profondi e sottili tra le persone, e gli elementi magici che, nella loro varietà, si amalgamano sempre perfettamente alla realtà.

Uno dei miei registi preferiti è Mamoru Hosoda. Qui voglio consigliarti, in breve, la sua filmografia. Se sei incuriosita/o dagli anime, è molto probabile che i suoi film non ti deluderanno.

514zkmkx0rl-_sx342_

Il primo è La ragazza che saltava nel tempo (2006). Il plot è chiaro sin dal titolo! Una ragazza inciampa nel laboratorio di scienze della sua scuola e inavvertitamente compie un salto temporale. Le tematiche affrontate principalmente sono la giovinezza, con le sue leggerezze e i suoi turbamenti, e un principio che si ritrova spesso negli anime: cambiare fatti del passato, seppur minimi, può sconvolgere gli equilibri del mondo.

56e9960587d8cb8b418da0724a4f8113

Summer Wars (2009) invece ha come protagonista un ragazzo genio della matematica. Lui, come altri milioni di utenti, vive nella realtà virtuale di Oz, attraverso la quale si compiono operazioni reali (finanziarie, di monitoraggio medico, ecc.). Un’intelligenza artificiale minaccia le sorti del mondo e un’intera famiglia dovrà fare gioco di squadra per sconfiggerla.

bgfws6

Wolf Children (2012) tratta il tema della maternità. Una giovane donna si innamora di un ragazzo-lupo e insieme hanno due bambini, Yuki e Ame, che hanno la capacità di trasformarsi in lupi. Rimasta vedova, la ragazza cresce i suoi figli con difficoltà e amore, e decide di trasferirsi in campagna per permettere loro la scelta tra una vita da essere umano e una da lupo.

boy-and-the-beast1

L’ultimo, e anche il mio preferito, è The boy and the beast (2015). È la storia di un bambino che, scappato di casa dopo la morte della madre, si ritrova in un mondo parallelo al nostro: il mondo delle bestie. Qui conosce un orso molto potente che diventerà il suo maestro e andrà a colmare, nel tempo, quel vuoto lasciato dalla mancanza di una figura paterna. Un film sulla crescita e sull’accettazione di sé stessi.

Il regista ha da poco annunciato l’uscita del suo nuovo film, prevista per maggio 2018. Il titolo sarà Mirai (futuro) e tratterà del rapporto tra fratelli maggiori e minori. Io non vedo l’ora!

 

Annunci

10 thoughts on “Anime e core #1 – Mamoru Hosoda

  1. L’Anime night ha segnato l’inizio del mio amore per l’animazione giapponese e i manga. Ho visto solo Summer Wars, trai i titoli che hai citato, direi che è il caso di recuperare ;). Grazie per le dritte!

    Liked by 2 people

  2. Quoto e straquoto. Gli anime, da poco tempo sono distribuiti in Italia con una certa regolarità e ampiezza di catalogo. Seguo gli anime da Akira, visto per la prima volta sulla Rai a un’ora improbabile. Grazie anche a Studio Ghibli che ha proposto gli anime al grande pubblico, oggi abbiamo una situazione decisamente migliore che in passato. Ancora alcuni titoli non vengono distribuiti e i prezzi delle novità non sono sempre accessibili (in UK i prezzi sono più bassi). È un linguaggio diverso per esprimere anche tematiche prettamente adulte: “Una tomba per le Lucciole” è un film toccante e triste, non ne consiglierei mai la visione a un bambino. Gran bel excursus, complimenti.

    Liked by 2 people

      1. Si, recuperalo ma quando non vederlo quando sei triste o incavolata con il mondo. E’ veramente drammatico e triste. E’ un capolavoro, io vorrei scriverne ma non trovo davvero le parole ogni volta che cerco di buttare giù un post.

        Liked by 1 persona

      2. Sono super d’accordo, anch’io ho fatto un articolo sui anime dove esprimo in breve questa mia disapprovazione nel dire ancora che sono cartoni per bambini quando cè tanto dietro e in certi casi hanno temi troppo profondi per essere dedicati ai più piccoli.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...