And my heart goes to – Aspettando l’Oscar

Nonostante sia più una cinefila da Sundance Film Festival, anche l’Oscar ha una certa attrattiva per me, con la sua orribile statuetta dorata, le scelte mai troppo sorprendenti dell’Academy, e… Meryl Streep. Come ogni anno, non risulto essere una grande esperta dei film in concorso: molti non li ho visti e diversi non li vedrò probabilmente mai. Ma quest’anno, per quanto riguarda tre categorie specifiche, ho le idee ben chiare su chi vorrei che vincesse. Il mio – per la gioia di tutti i critici competenti – è un tifo spudoratamente di parte, mosso dalle emozioni positive che questi artisti con le loro opere hanno suscitato in me; un tifo basato, si potrebbe dire, sul “cuore”.

And my heart goes to…

MIGLIOR REGISTA: Guillermo Del Toro. Il regista messicano partecipa alla competizione con il film The Shape of Water – La forma dell’acqua, che ha sia diretto che scritto. In passato Il labirinto del fauno è stato candidato come miglior film straniero e per la migliore sceneggiatura originale, ma le statuette sono andate a un film tedesco e all’autore di Little Miss Sunshine. Quest’anno ha già ricevuto il Golden Globe come miglior regista.

the-shape-of-water-lg

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Sam Rockwell. È candidato per la sua interpretazione dell’agente Dixon in Three Billboards Outside Ebbing, Missouri – Tre manifesti a Ebbing, Missouri, la dark comedy, o meglio il dramma diretto da Martin McDonagh. Vincitore dell’Orso d’argento al festival di Berlino come migliore attore per il film Confessioni di una mente pericolosa, è considerato uno degli attori più sottovalutati di Hollywood. Quest’anno ha ricevuto il Golden Globe come miglior attore non protagonista.

giphy

MIGLIOR FILM ANIMATO: Coco. Il film, creato dai Pixar Animation Studios e basato sulla tradizione messicana del Dìa de los Muertos, ha già ricevuto numerosissimi premi, tra cui il Golden Globe come miglior film di animazione. Agli Oscar compete anche per la migliore canzone originale con il brano Remember me – Ricordami, che nonostante non incontri affatto i miei gusti musicali (infatti preferisco
Mistery of Love, dalla colonna sonora di Call Me by Your Name) si aggiudica un’ipotesi di vittoria da parte del mio cuore che batte in quattro quarti.

coco-miguel-suena-ernesto-fotodisney_medima20171209_0040_31

7 pensieri riguardo “And my heart goes to – Aspettando l’Oscar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...