Le vite degli altri – Tutti i film biografici candidati agli Oscar 2019

Non ho mai visto tanti film biografici tutti insieme quanto in questo inizio di febbraio, mese dei famigerati Oscar. Come ormai si sa, l’Academy non premia i migliori, artisticamente parlando, ma è mossa da moventi politici più o meno velati; questo non esclude che tra i candidati si celino a volte dei capolavori, o quantomeno opere interessanti, sia da un punto di vista narrativo che estetico. Uno dei motivi principali per il quale amo il cinema è la sua capacità di mostrare le storie, vite diverse anche molto distanti dalle nostre, sia nello spazio che nel tempo. A volte i film ricreano un’epoca che avremmo voluto vedere con i nostri occhi, a volte ci presentano un personaggio della Storia che avremmo voluto conoscere, o di cui non sappiamo niente perché le sue traccie si erano disperse o erano state nascoste. Si tratta comunque di finzione, ma una finzione che apre una finestra su qualcosa che è stato reale.

Ecco, per i cinefili e i più curiosi, tutti i titoli dei film candidati agli Oscar 2019 che raccontano la vita di artisti, politici e altri individui notevoli realmente esistiti.

BLACKkKLANSMAN: il poliziotto Ron Stallworth, primo poliziotto afroamericano a Colorado Springs negli anni ’70, risponde a un annuncio di reclutamento del Ku Klux Klan. Al suo posto si presenta il collega bianco (ed ebreo) Flip Zimmerman e insieme si impegnano ad investigare sul clan della “razza ariana” e i suoi grotteschi piani d’azione.

The Favourite – La favorita: nel 1706 sul trono d’Inghilterra c’è Anna di Gran Bretagna. Anna è una regina sofferente e tormentata; a sostenerla, e a prendere di fatto le più importanti decisioni per il Regno, c’è la sua amata consigliera Lady Marlborough. Con l’arrivo della giovane Abigail, nobile caduta in disgrazia, si scatena tra le due una lotta per la conquista delle attenzioni della sovrana.

Vice – L’uomo nell’ombra: l’ascesa politica di Dick Cheney, da stagista alla Casa Bianca negli anni ’60 a vice presidente degli Stati Uniti d’America durante il mandato di George W. Bush. Un uomo che – nell’ombra – ha mosso le fila della nazione.

Can You Ever Forgive Me? – Copia originale: la biografa Lee Israel all’inizio degli anni ’90 è in crisi con la sua agente e a corto di soldi. Capendo che la sua carriera non ha molte possibilità di rifiorire, decide di falsificare le lettere di personaggi famosi e venderle ai collezionisti. Il suo talento le permette di andare avanti per circa un anno, prima di suscitare i primi sospetti.

At Eternity’s Gate – Sulla soglia dell’eternità: gli ultimi intensi, tormentati anni della vita del pittore Vincent Van Gogh. Dall’incontro con Paul Gauguin, al suo soggiorno ad Arles e la ricerca di una nuova luce, fino al sanatorio di Saint Remy, il ritiro nel villaggio francese Auvers-sur-Oise e la tragica fine di un artista, che è stato tanto disprezzato da vivo quanto invece ora è amato.

Bohemian Rhapsody: Farrokh Bulsara incontra il chitarrista Brian May e il batterista Roger Taylor ed entra a far parte della loro band come voce solista. Nascono i Queen. Quindici anni di attività, concerti, successi e travagli di uno dei gruppi rock più importanti della Storia e della voce più bella, quella di Freddie Mercury.

Green Book: Tony Vallelonga, detto Tony Lip, lavora come buttafuori in un locale di New York negli anni ’60. Trovatosi disoccupato, è costretto ad accettare il lavoro di autista per un facoltoso pianista afroamericano, Don Shirley. Il tour si svolge negli stati del sud, dove un nero, anche se è la star della serata, deve comunque usare il bagno esterno.

Mary Queen of Scots – Maria Regina di Scozia: nel 1561 muore Francesco II di Francia; sua moglie, l’allora diciottenne Maria Stuarda, ritorna in Scozia per rivendicare il trono. Contro di lei il fratellastro Giacomo, la cugina Elisabetta I d’Inghilterra e il consigliere protestante John Knox, che si impegnano a screditarla e toglierle ogni potere.

First Man – Il primo uomo: Neil Armstrong, ingegnere aerospaziale e aviatore americano, vive una vita tranquilla con la famiglia. La morte di sua figlia lo spinge a partecipare al programma Gemini, il secondo programma di volo della NASA per lo sviluppo dei viaggi spaziali. Sette anni dopo, il 20 luglio 1969, con la missione Apollo 11, Neil sarà il primo uomo a calpestare il suolo lunare.

Never Look Away – Opera senza autore: nella Germania dell’Est post-bellica, lo studente d’arte Kurt si innamora di Ellie. Il padre di lei, il professor Seeband, si oppone alla relazione e nasconde un passato nelle SS naziste che ha segnato la vita del giovane artista. Il film è ispirato liberamente alla vita del pittore tedesco Gerhard Richter.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...