Opinioni (non richieste) sul minimalismo

Avete sentito che il minimalismo è diventato di moda? Sì è il termine giusto: di moda. Io sono sempre stata un po’ minimalista, un po’ per necessità, un po’ per gusto, predisposizione. Ma non sono mai stata abbastanza furba da scriverci un libro o realizzare dei video per spiegare il mio metodo. Anche perché il metodo Ale Scifo non avrebbe fatto lo stesso effetto di quello Marie Kondo

Comunque tornando alla moda del minimalismo, ci sono i concetti di base del minimalismo che sono ampiamente condivisibili, sono concetti saggi come: fare ordine nella propria vita per dare spazio alle cose davvero importanti, tenere quelle che ci danno GIOIA, quindi anche imparare ad essere contenti con poco, godersi di più la vita senza farsi sopraffare dalle tante cose inutili che spesso ci vengono presentate come “importanti”.

Ma come tutte le cose di moda anche il minimalismo ha i suoi lati oscuri, i suoi estremismi. Alcune persone raggiungono livelli così estremi di minimalismo che vivono in una stanza vuota indossando un vestito nero e conservandone un altro sempre nero nell’armadio, per quando il primo si sporca. Alcuni ammettono anche qualcosa di bianco o di grigio, ma gli altri colori no, troppo difficili da abbinare, troppo impegnativi! Infatti anche il minimalista che ha più vestiti mantiene la palette dei colori neutri, di solito, sempre con la motivazione di riuscire così ad abbinarli più facilmente. Che è un po’ una bugia, perché non ci vuole niente ad abbinare un colore, che sia verde o rosso un altro qualsiasi, al nero o al bianco.

Poi un’altra cosa che ho notato è che molti non solo dividono il guardaroba in categorie, da una parte i pantaloni da un’altra le camicie, ordinano tutto per COLORE. Quindi vedi per esempio le magliette e tutte le loro “cinquanta sfumature di grigio” dalla più chiara alla più scura. E questo, anche in una persona come me che ha degli atteggiamenti leggermente autistici, trasmette un certo prurito, un fastidio vago e sotterraneo che mi fa desiderare di andare lì e mischiare tutto!

Secondo me questo tipo di minimalismo, quello derivato dal metodo di Marie Kondo, ha attechito in particolare su un certo tipo di persone: quelle ossessivo-compulsive, i maniaci del controllo, dell’igiene e quindi dell’ordine. E c’è un altro fatto a dimostrarlo: molti di questi nuovi minimalisti, quando organizzano il loro armadio sapete cosa fanno? Oltre a liberarsi dei colori, degli indumenti che avrebbero bisogno solo di un po’ di manutenzione e di tutto ciò che non trasmette gioia? Buttano via tutte le loro grucce, spesso di plastica, e vanno all’IKEA o su Amazon ad acquistarne pacchi di nuove per averle tutte uguali, spesso di legno, perché così sono ecosostenibili!

Nessun altro pensa che sia solo per soddisfare quel bisogno – insano – di vedere tutto in fila ordinato omogeneo, come gli attrezzi affilati e lucenti di un serial killer disposti su una stoffa di velluto nero?

[Foto in primo piano da idealista.it]

4 pensieri riguardo “Opinioni (non richieste) sul minimalismo

  1. Sono d’accordo.
    Ho fatto questa scelta rendendomi conto che mi portava maggiore serenità e libertà, ma per quanto riguarda il guardaroba, ho deciso di utilizzare i vestiti stravaganti nonostante mi premesse di più la scelta di quelli monocromatici.
    Disfarsene per poi ricominciare da capo sarebbe paradossale e consumistico.

    Piace a 1 persona

    1. Ma sì, poi ognuno è libero di assecondare le proprie manie eh, però è buono prendere consapevolezza di certi meccanismi. Io ho donato nel tempo molti vestiti che non usavo più da tanto, altri li porto nei mercatini dell’usato e acquisto spesso l’usato, ma non avrebbe senso buttare tutto per rifarsi il guardaroba, e molta gente lo sta facendo.

      Piace a 1 persona

  2. Mi sa che un po’ rientro in questa categoria che descrivi… A me non dispiacerebbe avere solo abiti neri, ma dato che odio fare shopping e che quello che compro sono quasi sempre abiti souvenir dai viaggi, devo per forza prendere i colori che trovo. 😁

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...