Black Mirror e gli interrogativi etici

Black Mirror è una serie tv che ha fatto molto scalpore. Quando vidi le prime due stagioni, e nessuno ne aveva mai sentito parlare, da buona amante delle produzioni britanniche particolari, ne andai subito pazza. Poi si è sparsa la voce dell’esistenza di una serie antologica capace di rivoltarti l’anima e tenerti sveglio la notte, senza mai sconfinare nell’horror vero e proprio, e Black Mirror è diventata la serie di culto che conosciamo. Il genere è quello fantascientifico, o ancor più precisamente distopico, e le riflessioni che scaturiscono dalle singole puntate riguardano sempre lo stretto legame dell’essere umano con le tecnologie e le conseguenze, spesso drammatiche e terrificanti, che possono derivarne.

Ultimamente si è sentito molto parlare della quarta stagione di Black Mirror. Come già era accaduto per la terza, che ha segnato il cambio di produzione, affidata ora alla grande azienda statunitense Netflix, anche questa stagione ha lasciato la maggior parte dei fan della serie parzialmente delusa, per non avervi ritrovato quel senso di devastazione, smarrimento e totale assenza di speranza che la caratterizzava in precedenza. In pratica nessuno ha da ridire sulla qualità altissima di questo prodotto, ma il pubblico, quasi unanime, ha gridato il suo disappunto per il cambiamento di tono, per la generale edulcorazione delle vicende narrate.

Ma non voglio soffermarmi su un dettaglio tanto evidente quanto irrilevante, quale è secondo me il cambiamento di Black Mirror. Nonostante la scontata influenza di mamma Netflix e di papà U.S.A., la scrittura della serie continua ad essere nelle mani di Charlie Brooker, ottimo sceneggiatore e profondo conoscitore del mondo dei mass media e di videogiochi. Quello che mi è sempre piaciuto di questa serie tv, e che continua a piacermi, è la capacità di portarmi all’interno delle storie che racconta e di suscitare degli interrogativi etici che non riguardano solo un ipotetico futuro, ma la vita che stiamo già vivendo e vedendo evolversi intorno a noi.

Quanto spazio ha la tecnologia nelle nostre vite? Quanto influisce sul nostro modo di pensare e di agire? Come sta cambiando la realtà attraverso l’uso che facciamo del web e dei social in particolare? A quali nuovi livelli di schiavitù stiamo andando incontro?

E anche la quarta stagione di Black Mirror offre buoni spunti di riflessione su questo tema.

Utilizzerei mai la realtà virtuale per prendermi una rivalsa su tutto ciò che non va nella mia vita? Per vendicarmi di qualcuno che non mi va a genio o che mi ha fatto soffrire? (USS Callister)

Imporrei il mio totale controllo su qualcuno che amo, con la convinzione di poterlo così proteggere? (Arkangel)

Accetterei che la privacy di tutti fosse costantemente violata, affinché la giustizia potesse punire incontestabilmente i colpevoli? (Crocodile)

Quanto vorrei che la tecnologia si spingesse oltre nel migliorare le nostre vite? Scegliendo i nostri partner (Hang the DJ), facendo tutto il “lavoro sporco”, trovando un espediente che ci permettesse di vivere per sempre (Black Museum)?

La maggior parte di questi quesiti etici (se non addirittura tutti) non riguarda un futuro immaginario, fantasioso e lontano da noi. Riguarda il nostro presente.

Annunci

♥ british tv series ♥

The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy (fantascienza umoristica)

la guida galattica per gli autostoppisti, famosa trilogia in cinque atti dello scrittore douglas adams, è stata anche una serie tv in 6 episodi trasmessa dalla bbc nel 1981. una serie imperdibile per tutti gli appassionati della saga di arthur dent alle prese con la fine del mondo, ma anche per tutti gli amanti di quel genere che unisce alla sci-fi un’abbondante dose di ironia.

feb421f6d99ecd51aa80cbd32741cbb9

  • l’attore che diede la voce a marvin, il robot depresso, ha interpretato eldane, il siluriano verde in…

Doctor Who (fantascienza, avventura, fantastico, commedia, dramma)

la serie tv più longeva della storia. il dottore, signore del tempo, viaggia sul tardis nelle diverse epoche e fino ai confini dell’universo; spesso, nelle sue avventure, risolve problemi e salva la razza umana dall’estinzione. chiunque l’abbia vista ha sognato di essere il suo prossimo compagno di viaggio.

454fe701ea33fd583d68f40b61a710b4ee6788ff_hq

  • la dodicesima incarnazione del dottore, peter capaldi, è il rivale del protagonista in…

Fortysomething (commedia drammatica familiare)

se dr house non fosse stato un cinico, misogino, tossicodipendente. eccolo vivere una tipica crisi di mezza età: sente le voci, non fa sesso con sua moglie, e deve cavarsela con i suoi tre figli e un collega medico che fa di tutto per andargli contro. vale la pena vedere la serie anche solo per hugh laurie e il resto del cast.

fortysomething-e1477042510645

  • il figlio maggiore, nientemeno che benedict cumberbatch, è il protagonista indiscusso in…

Sherlock (giallo, commedia, dramma)

ha bisogno di presentazioni? il detective più famoso della storia, nato dalla penna di sir arthur conan doyle, rivisitato – magistralmente – in chiave moderna. puntuali riferimenti al canone, ottima regia e recitazione (mitico martin freeman nei panni di john watson), azione ed introspezione: per me, assolutamente perfetto.

tumblr_inline_nav353qqzz1rzcm84

  • l’attrice katherine parkinson, che qui ha un piccolo ruolo nell’episodio 2×03, interpreta jen in…

It Crowd (sitcom nerd)

le giornate passate in uno scantinato, che è il reparto informatico di un’azienda, due nerd sfigatelli si ritrovano a stretto contatto con una ragazza, loro nuovo capo, che non ha idea di cosa sia l’internet. la nerditudine come stile di vita, prima di the big bang theory. personaggi indimenticabili e momenti esilaranti.

zx1406a_460

  • qui utilizzato più volte per la sua voce seducente, l’attore peter serafinowicz è l’uomo “ruba fidanzate” in…

Spaced (sitcom comico-grottesca)

un ragazzo e una ragazza, entrambi con qualche problema sentimentale e molti dubbi sul futuro, fingono di essere una coppia per prendere in affitto un appartamento che possano permettersi. protagonista il grande simon pegg, nella versione nerd “spinta” di fumettista squattrinato. divertente, tenero, assurdo.

spaced06

  • qui vediamo un cameo dell’attore john simm (il noto “maestro” di doctor who), che invece è il protagonista in…

Exile (thriller psicologico, dramma)

mini-serie imperdibile per gli amanti del genere. racconta la storia di un uomo che indaga sul passato di suo padre, affetto da alzheimer (jim broadbent, il maestro di pozioni ad hogwarts), e che nasconde un’intricata rete di corruzione e bugie. una sceneggiatura brillante accompagnata da interpretazioni straordinarie.

exile01

  • la sorella del protagonista, la brava olivia colman, interpreta la detective sergente ellie miller in…

Broadchurch (thriller, dramma)

david tennant è uno scontroso detective giunto in un piccolo centro marittimo scosso da terribili crimini. la serie si concentra su due casi, uno di omicidio e l’altro di stupro, raccontati con estremo realismo e profondità psicologica. un piccolo gioiello che mixa le giuste dosi di investigazione e dramma, e tiene vivo l’interesse fino all’ultima immagine.

broadchurch_2499774b

  • l’attrice jodie whittaker, qui presente in tutte le tre stagioni della serie, la troviamo nell’episodio 1×03 di…

Black Mirror (distopico, fantascienza, thriller psicologico, satira, dramma)

se ancora dovesse aver bisogno di presentazioni, è una serie antologica sul tema delle nuove tecnologie. ogni episodio indaga, con un suo stile, le conseguenze dell’uso e dell’abuso delle tecnologie e i risultati, spesso drammatici,  della loro influenza sulle nostre vite. intelligente ed emotivamente difficile da digerire.

tumblr_offb5jnidf1tu4c7to1_500

  • faye marsay, che troviamo nell’episodio 3×06, interpreta un piccolo ruolo in…

My Mad Fat Diary (commedia drammatica adolescenziale)

la storia di una ragazza sovrappeso e con forti problemi di autostima che cerca a modo suo di affrontare la vita, tra amicizie, impegni scolastici e familiari, amore e cambiamenti. ambientata negli anni ’90 e con uno stile del tutto originale, è una delle migliori serie tv sugli adolescenti, che coinvolge anche gli adulti.

my-mad-fat-diary-yes

quali ti ispirano? e quali invece non sono nella lista e mi consiglieresti?